Tosse secca o grassa? Cause e Rimedi nei bambini

0
662
Tosse Cause e Rimedi nei bambini
Tosse Cause e Rimedi nei bambini

Arriva l’inverno insieme a tutte le possibili irritazioni e manifestazioni patologiche tra cui febbre, tosse, mal di gola. In special modo nelle persone più deboli, bambini e anziani.

È un periodo peculiare per l’insorgere di questi malanni, per via delle basse temperature che possono causare un’intensificazione dei sintomi di malattie croniche, specialmente quelle dell’apparato respiratorio ma non solo.

Se sei un genitore e hai bambini in tenera età, colpiti da alcune di tali insorgenze delle vie respiratorie, dovresti fare attenzione a quello che ti stiamo per dire.

Prendiamo ad esempio la tosse. Essa è un atto riflesso attraverso cui l’organismo cerca di espellere i corpi estranei e le secrezioni bronchiali e dell’albero respiratorio. È dunque, prima di tutto, un meccanismo protettivo, che consente di “liberare” le vie aeree, in modo da impedirne l’ostruzione.

Cause più comuni della tosse?

Come spiega la Società italiana di pediatria, la tosse viene scatenata da uno stimolo che può essere di natura fisica, come per esempio un boccone di cibo, la saliva “andata di traverso”, il muco – in questo caso la tosse è complementare al normale sistema di drenaggio del muco, che viene continuamente prodotto ed eliminato – oppure di natura chimica, quale un componente irritante disperso nell’aria (fumo, solventi, vapori, essenze molto forti).

A seconda, poi, della sede interessata si parla di una tosse “alta”, quando interessa la metà superiore delle vie aeree e soprattutto la zona laringea, e di una tosse “bassa” o di origine bronchiale. Un ulteriore criterio, applicato dal medico, è quello della durata: è detta acuta se non persiste oltre le 8 settimane, cronica se si protrae più a lungo. Inoltre, la tosse può essere catarrosa (tosse grassa) oppure stizzosa (tosse secca).

Le cause più comuni della tosse sono infezioni batteriche, virali o l’esposizione ad agenti irritanti o ancora le allergie.

Quando, però, per effetto di uno stimolo infiammatorio, aumenta la quantità di materiale prodotto dalle ghiandole mucose o si verifica un danno a carico delle microciglia che spingono di continuo il muco dalla trachea alla faringe, la tosse diventa continua e fastidiosa.

A questo si aggiunge che il freddo di solito fa peggiorare la tosse secca, altrettanto negativo è l’impatto dell’inquinamento atmosferico, sia sui bambini sia sugli individui affetti da bronchite cronica: le polveri sottili, in particolare, promuovono infiammazione delle mucose e aumento delle secrezioni.

Alcuni rimedi con azione protettiva per la tosse nei bambini

Per combattere in prima battuta la tosse, sia in caso di tosse grassa o secca, il consiglio medico per lenire le prime vie aeree con azione protettiva è quello di utilizzare uno sciroppo. In questo modo si può calmare l’irritazione, idratare e favorire l’eliminazione del muco.

Per i bambini a partire da 1 anni d’età ci sono alcuni prodotti sul mercato, ad esempio il Grintuss sciroppo bambini, un dispositivo medico CE a base di complessi molecolari e miele.

In caso di persistenza consultare il pediatra di fiducia

I genitori spesso vorrebbero eliminare del tutto la tosse e si preoccupano se questo obiettivo non viene raggiunto in tempi brevi.

In realtà, però, come chiarisce la Società di pediatria, va ricordato che la tosse “segue la sua causa” e va curata in base a quest’ultima, per cui l’obiettivo della terapia non è sopprimerla bensì assicurare al bambino il massimo benessere possibile. In caso di presenza di catarro e al primo sospetto di infezione respiratoria in atto è opportuno consultare un pediatra di fiducia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO