trombamici

Trombamici: i consigli per una relazione senza impegno

I trombamici sono individui che vogliono appagare il loro appetito sessuale senza impostare alcuna vera e propria relazione. Non vi sono regole da seguire, ogni rapporto ed ogni incontro è fine a se stesso. Possiamo dire che si tratta di una sorta di filosofia secondo cui si vive la sessualità in maniera totalmente libera, senza vincoli e obblighi morali. Una relazione spontanea e disinibita.

Trombamici e sentimenti

Affinché la relazione di trombamici vada a  buon fine occorre che la coppia in questione riesca a scindere totalmente i sentimenti dal sesso. Non devono assolutamente essere presenti all’interno della relazione alcun tipo di gelosia, di possesso e di controllo. Nel caso si presentassero queste emozioni, vuol dire che stanno entrando in gioco i sentimenti e l’affettività e non si tratta più di avere un trombamico o una trombamica. Il gioco diventa pericoloso se uno dei due si innamora.

Trombamici e le varie fasce d’età.

Naturalmente vi sono varie fasce d’età in cui si presenta il fenomeno, e a seconda di esse cambia anche il modo in cui le persone si approcciano all’idea.

Sicuramente l’età in cui va più in voga questo genere di relazione è quella che va tra i 18 e i 25 anni, ma è anche la più delicata. Infatti è proprio in questa età che si rischia di passare da una semplice trombamicizia a qualcosa in più in cui si mettono in gioco sentimenti ed emozioni. L’età invece che va tra i 30 e i 40 anni è meno propensa a questo genere di relazione. Anche se proprio a quest’età si riesce con più facilità a scindere le attrazioni sessuali dai sentimenti. Infine tra i 50 e 60 anni si è pienamente coscienti di cosa si va incontro. Questa è proprio l’età in cui il rapporto di trombamici ha maggiore successo in quanto si è disinibiti nelle relazioni e si è certi di non desiderare nulla in più di un semplice rapporto sessuale.

Trombamici: quanto può durare la relazione

Quando si inizia una relazione di trombamicizia bisogna assolutamente prestare attenzione a non commettere errori. É infatti molto sottile il filo che gestisce tale relazione. Pretendere un incontro non desiderato dall’altro partner o accorgersi di iniziare a provare qualche sentimento potrebbero essere degli errori fatali per questo genere di relazione. É fondamentale mettere da subito le cose in chiaro per evitare di deludere o ferire, facendo soffrire l’altro. Non vi è assolutamente nulla di male nell’intraprendere questo genere di rapporto, ma è importante farlo con coscienza. Non vi è quindi un tempo preciso di inizio o di fine rapporto. Con le giuste accortezze e senza commettere errori potrebbe anche durare tutta la vita o fin quando si ha voglia.

Trombamici: i pro e i contro

Naturalmente quando si intraprende questo genere di relazione si è coscienti di cosa si va incontro. Non vi saranno momenti romantici, gesti scalcinati, non vi sarà gelosia né tanto meno l’esclusiva su quella persona. Ci si incontra solo quando lo si vuole, senza stress e ansie, quando si ha tempo; senza la paura o il pensiero che l’altra persona si senta messa da parte o addirittura rifiutata. Quando se ne sarà andato non si proverà alcun senso di vuoto, ma bensì leggerezza. Non si ha alcuna aspettativa e non si pretende nulla. Si pensa semplicemente a vivere tranquilli momenti di sessualità. Un vantaggio sarà sicuramente la totale libertà e la possibilità di avere sempre la propria vita sotto controllo. Tutto questo sarebbe al dir poco immorale ed impensabile in una coppia fissa e seria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO