In molti credono che lo sport in gravidanza sia pericoloso per la mamma e per il futuro nascituro, ma non è così, non nella maggior parte dei casi almeno. Chiaramente vi sono dei limiti da rispettare ma questo non significa che sia  rischioso se mamma e bambino sono entrambi in buona salute.

I benefici sono molteplici e sono tutti indicati per mantenere le future mamme in forma. Quello che conta è che gli esercizi non siano troppo impegnativi, basta dunque che siano leggeri e il gioco è fatto.

Secondo alcuni studi anche il piccolo può trarre giovamenti, rimanendo sempre sugli esercizi non troppo impegnativi. Per cui arrivando subito alla parte interessante, le donne che praticano sport leggeri in gravidanza possono arrivare più facilmente a partorire senza il cesareo, inoltre anche il parto prematuro è meno probabile. Anche per quanto riguarda l’ipertensione in gravidanza e il diabete gestazionale vi sono meno casi per donne che hanno praticato sport, mentre per coloro che non hanno svolto nessun tipo di attività fisica non vi sono stati benefici riscontrati come in quest’altro caso.

La frequenza stimata riguardo agli esercizi è di circa 3/4 volte ogni 7 giorni, per una durata che spazia tra i 35 e i 90 minuti. Il tutto per almeno 10 settimane e per molte addirittura fino al momento del parto. È naturale che occorre prima chiedere parere ad esperti quali dottori e ginecologi.

Questa scoperta offre come abbiamo potuto vedere effetti benefici alle donne in dolce attesa, inoltre non vi è rischio di nascite premature. Quest’ultimo aspetto è uno dei motivi principali che non convince molto le mamme a tenersi in allenamento, ma come è stato detto non vi sono rischi, almeno secondo quanto sostengono gli esperti. Chiaramente ogni donna deve consultare il proprio medico prima e valutare quanto esercizio praticare e per quanto tempo.

CONDIVIDI