Ecologia del sesso

Ecologia delle sessualità‘ è il nome di un interessante incontro che si è tenuto a maggio all’ospedale San Raffaele di Milano e che ha analizzato questo universo così speciale da una prospettiva molto eclettica e diversa dal solito. Psicologi, ginecologi e anche chef stellati come Oldani si sono dati appuntamento per valutare il sesso da un punto di vista diverso, ovvero nella sua concezione globale, che esula dal piacere fisico ma comprendere anche la psicologia, l’ambiente e la socialità. L’obiettivo del convegno era, innanzitutto, parlare dell‘ecologia del sesso intesa come correlazione fra salute sessuale e salute personale, in quanto il rapporto sembra essere strettamente legato, anzi inscindibile.

La prima regola da considerare è quella legata alla riproduzione, in quanto i medici hanno sottolineato che è importante analizzare lo scopo riproduttivo del sesso. Tutti gli esseri animali ce l’hanno e si tratta di meccanismi altamente sofisticati, come l’impegno del corpo femminile nel dare vita all’ovulazione. La differenza fondamentale fra regno animale ed essere umano risiede nel fatto che l’uomo trae piacere dal sesso anche fuori dal periodo chiamato ‘di calore’, mentre gli animali lo attuano principalmente a scopi riproduttivi. Questa visione del sesso, anche se puramente scientifica, non va mai dimenticata, giacché è strettamente legata al fisico e, inconsciamente, anche alla sfera psicologica.

In secondo luogo il sesso coinvolge come primo organo il cervello e non l’apparato intimo come spesso si crede, prova ne è che molti soggetti che non attuano il sesso nella pratica possono provare un piacere mentale molto elevato in particolari situazioni. Il sesso è stato affrontato quindi a 360 gradi durante questo interessante convegno, perché la sua ecologia va letta come uno stato globale, che coinvolge il fisico, la mente e anche l’ambiente, dando vita ad una sinergia di incroci che richiedono di essere curati sotto ogni aspetto per generare una vita sessuale felice quanto completa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO