semi di chia

Semi di chia: proprietà, usi e benefici

I semi di chia sono semi ricavati da una pianta chiamata Salvia hispanica. Si tratta di una pianta ricca di proprietà nutritive e benefiche per l’organismo. Era infatti una delle piante più utilizzate nella cucina azteca in quanto i guerrieri credevano che desse la forza necessaria per affrontare le battaglie. Da qui la parola “chia” che in azteco significa proprio ” semi di forza”. Questi popoli conferivano un’importanza straordinaria a questa pianta, tanto da utilizzarne i semi anche come monete per pagare i tributi ai governanti.

Pianta di chia
semi di chia uso

La chia è una pianta erbacea a ciclo annuale. Alta circa un metro, presenta foglie lunghe dai 4 ai 6 cm. I suoi fiori sono di un colore che varia tra il viola e il bianco e produce piccoli semi di forma ovale, con un diametro di circa 1mm e un colore grigiastro.
La chia appartiene alla stessa famiglia della menta, rosmarino, timo, lavanda e gode quindi delle stesse proprietà aromatiche.

Semi di chia valori nutrizionali

I semi di questa pianta presentano numerosi elementi nutrienti quali: fibre, proteine, calcio, ferro, manganese, fosforo, magnesio, zinco, potassio. Hanno anche un’elevatissima quantità di vitamina C (circa 7 volte superiore rispetto a quella contenuta nelle arance). Contengono inoltre vitamina A, E, B6, acidi grassi essenziali quali omega 3 e omega 6.

Semi di chia calorie: 100 grammi di semi apportano circa 330 Kcal.

Semi di chia proprietà e benefici

Si tratta quindi di piccolissimi, ovali e piatti semini. Essi possiedono molteplici proprietà nutritive e quindi conferiscono un’elevata quantità di benefici al nostro organismo. Essi infatti:

  • Riescono a controllare ed eventualmente equilibrare i valori di zucchero nel sangue. Inoltre donano un particolare senso di sazietà e quindi sono utili i semi di chia per dimagrire e limitare l’aumento di peso.
  • favoriscono l’apparato cardiovascolare e circolatorio, quindi apportano benefici al cuore.
  • Grazie all’elevato contenuto di vitamine e sali minerali quali calcio, ferro, fosforo, magnesio, potassio, zinco, sono un’ottima fonte di energia e carica per l’organismo.
  • Contribuiscono a regolare la pressione sanguigna, riuscendo ad abbassarne il livello. Infatti i sali minerali contenuti, permettono ai semi di essere un ottimo coadiuvante in grado di mantenere l’equilibrio della pressione arteriosa.
  • Regolano i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.
  • Gli antiossidanti contrastano la produzione di radicali liberi e quindi combattono l’invecchiamento precoce.
  • I grassi polinsaturi in essi contenuti conferiscono benessere al cuore, alla vista e al cervello.
  • La grande quantità di fibre in essi contenuta aiuta a migliorare la salute dell’intestino e riduce quindi il rischio di sviluppare diverse patologie intestinali.
  • Riducono le infiammazioni.
  • Le proteine, il calcio e il fosforo, che i semi possiedono, sono fondamentali per il benessere delle ossa.
  • I semi non contengono glutine ed essendo ricchi di carboidrati sono un ottimo alimento per i soggetti affetti da celiachia o da altre intolleranze legate al glutine.

 Semi di chia uso

Sono molteplici gli usi e le modalità di assunzione di questi straordinari semi. Essi infatti possono essere aggiunti a yogurt, muesli, macedonie, frullati di frutta e verdura; oppure possono essere condimento per un piatto di pasta, risotti o insalate. I semi di chia possono inoltre essere mangiati a crudo come integratore alimentare o sotto forma di tisane.

Se messi in ammollo con acqua, essi ne assorbono una grande quantità (come se fossero una spugna) sprigionando un gel particolarmente benefico per l’intestino. Esso infatti può essere sostituitivo delle uova nella preparazione di dolci, torte e biscotti. Ottima la farina di chia per la preparazione di impasti come il pane integrale.

Semi di chia dove comprare: É possibile acquistare i semi di chia nelle erboristerie o in negozi che trattano prodotti biologici e naturali.

Semi di chia dose giornaliera: Si consiglia la consumazione di uno o due cucchiaini al giorno, che corrispondono rispettivamente a 10-20 g di semi. In ogni caso la quantità giornaliera non dovrebbe superare i 25 g.

Semi di chia controindicazioni

Naturalmente come ogni altro alimento, in caso di un uso improprio ed esagerato può provocare qualche controindicazione a livello intestinale. É da attenzione l’assunzione nei soggetti che soffrono di ipotensione o che prendono farmaci per abbassare la pressione. Infatti la chia tende ad abbassare i livelli della pressione arteriosa e si rischia di andare incontro a situazioni spiacevoli. Inoltre non sono escluse reazioni allergiche a tale alimento.

É evidente che i semi della pianta di chia riescono ad essere un toccasana per la salute dell’organismo. Naturalmente se assunti regolarmente nelle giuste quantità senza esagerare come le dosi.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO