Ritrovare la concentrazione

 

Ritrovare la concentrazione, questo è il dilemma che tutti abbiamo. Quando dobbiamo leggere, studiare, fare qualsiasi attività che richiede attenzione massima ed impegno, qualunque cosa ci distrae anche se un minuscolo insetto che ci ronza vicino, quindi cosa facciamo? Abbandoniamo la nostra attività per fare delle pause non programmate assecondando la pigrizia del cervello.

Ritrovare la concentrazione ecco dei consigli

Ritrovare la concentrazione è difficile ma non impossibile, basta fare pochissimi esercizi ed avere il pieno controllo della mente. Il primo è da fare con un orologio, ovvero decidere di dedicarsi pienamente ad un’attività per un tot di tempo stabilito che comprende anche delle pause, poi entra in gioco il secondo esercizio. Le pause in questa seconda fase, devono interessare l’attività che più ci piace come ad esempio un’occhiata su facebook, in modo da premiarci autonomamente; è però importante che vengano diminuite e che il momento di concentrazione sia prolungato sempre di più. Il terzo esercizio riguarda un po’anche la cattiva abitudine che abbiamo preso con i tablet e gli smartphone che oggi ci permettono di leggere di un testo, solo una piccola parte, per andare al sodo evitando di sforzarci troppo. E’ un grosso errore perché il nostro cervello prende l’abitudine di evitare la fatica e percorrere la strada più semplice e breve, ritrovandoci ad affrontare problemi quando non abbiamo scorciatoie.

Ritrovare la concentrazione attraverso il cibo

Ritrovare la concentrazione è possibile anche attraverso il cibo, alcuni alimenti infatti aiutano l’attività celebrale e quindi anche la memoria, stiamo parlando della dieta mediterranea. Quindi in poche parole cosa dobbiamo mangiare spesso? Verdura, frutta, legumi, olio d’oliva, pesce, fagioli e pollame riducendo al minimo indispensabile la carne rossa, i grassi, il burro, la margarina ed ovviamente la frittura che oltre a remare contro la concentrazione, fa ingrassare e non è salutare.