Proteggere la pelle dai raggi ultravioletti

Proteggere la pelle dai raggi del Sole è la cosa più importante a cui pensare prima di andare a stendersi al Sole in estate. Ma cosa bisognerebbe fare?

Proteggere la pelle dai raggi, ecco i modi migliori per farlo

Proteggere la pelle non dovrebbe essere importante solo in estate perché in realtà i raggi del Sole sono pericolosi per tutto l’anno, il problema principale non è esporsi in maniera diretta ai raggi per abbronzarsi, bensì anche andare a fare la spesa senza aver passato una protezione solare adeguata,  può rovinare la cute; questo può succedere addirittura anche quando il cielo è nuvoloso.

Le regole principali ruotano attorno all’uso della protezione solare, che va spalmata su tutto il corpo senza fare distinzioni perché spesso proprio il collo, le caviglie, i gomiti, cioè lo zone che pensiamo siano poco interessate, sono le prime a prendere scottature.

Tra le altre finte convinzioni c’è anche quella che passare quantità abbondanti di crema una volta al giorno possa bastare per tutta la durata dell’esposizione al Sole. Invece è importante passare la giusta quantità ma più volte nell’arco di una o due ore soprattutto quando ci si bagna, ciò vale anche per i solari che hanno la dicitura “resistente all’acqua”. Poi altrettanto importanti sono gli orari, mai sdraiarsi al sole negli orari più caldi, vale a dire dalle 12 alle 16.

proteggere la pelle dai raggi

Proteggere la pelle dai raggi in modo gradualmente

Proteggere la pelle non vuol dire evitare di abbronzarsi, l’esposizione al Sole non è vietata, però ci sono i modi corretti per ottenerla.

Per un’abbronzatura sana e duratura infatti è bene usare diversi tipi di protezione, partendo da quella elevata ad esempio la 50, per poi diminuirla con l’aumentare delle esposizioni.

Ultimo consiglio, dopo una bella doccia rilassante, cura la tua pelle con un doposole che la idrati al punto giusto per evitare che diventi secca e si formino le prime rughe.