insonnia

Molte persone non hanno particolari problemi nel riuscire ad addormentarsi, ma ce ne sono molte altre che invece provano timore anche solo a guardare il letto perchè per loro, il sonno, più che un momento di relax è diventato quasi un incubo! Ecco allora che si finisce con l’andare in preda ad una crisi di nervi e magari con l’assumere degli integratori o, nei casi più cronici, dei veri e propri farmaci che inducano il sonno: ma c’è forse un rimedio capace combattere l’insonnia che non sia di natura farmacologica? Secondo il medico americano Andrew Weill assolutamente sì: la risposta a questa domanda è il suo Metodo 4-7-8, una tecnica che sembra porsi come il rimedio più efficace, veloce e naturale che ci sia per contenere l’ansia e per riuscire a dormire.

sonno

Il Metodo 4-7-8 non è che un esercizio di respirazione nell’ambito del quale le cifre 4, 7 e 8 hanno un significato ben preciso. L’esercizio – che si compone di cinque fasi – inizia posizionando la punta della lingua dietro i denti anteriori dell’arcata superiore e nel tenerla lì per tutta la durata dell’esercizio. Dopo di che hanno inizio le fasi vere e proprie:

  1. Prima di tutto bisogna espirare completamente solo attraverso la bocca, per cui trattenendo il respiro con il naso.
  2. In secondo luogo bisogna chiudere la bocca e respirare stavolta col naso contando fino a quattro.
  3. Finito il conteggio occorre trattenere il respiro per sette secondi.
  4. A questo punto si può liberare l’aria trattenuta attraverso la bocca contando fino ad otto.
  5. In ultimo si può tornare ad inspirare e a ripetere il ciclo per altre due o tre volte.

dormire

Secondo il medico che ha elaborato questa teoria, la tecnica del 4-7-8 sarebbe in grado di funzionare per davvero se solo la si ripetesse (con cicli di almeno due/tre volte al giorno) dalle sei alle otto settimane. Ma a cosa si deve questo (presunto) funzionamento? Secondo Weil, questo metodo permette all’ossigeno di affluire al meglio dentro i polmoni; la quantità di ossigeno che è stata introdotta più del necessario ha un effetto rilassante sul sistema parasimpatico donando al corpo una sensazione di calma e di relax.

Ecco perchè l’esercizio viene consigliato durante i periodi di forte stress: molto semplicemente perchè è adatto per ritornare a respirare aria di tranquillità e relax, per allontanare i pensieri negativi e per rimediare all’ansia. Per far fronte, dunque, a tutte quelle condizioni che sono tipiche in una persona che non riesce a prendere sonno.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI
CONDIVIDI