Già da molti anni le allergie sono diventate il disturbo più frequente che interessa tutta la popolazione in quanto circa 4 persone su 10 hanno scoperto di essere allergiche a qualcosa. Tutti ne soffriamo, dai bambini agli adulti, chi più, chi meno e possiamo dire con certezza che è uno dei disturbi che più infastidiscono; lo garantisce chi è allergico alle piante come l’ulivo, la palma, i fiori o addirittura il polline che si trova dappertutto.

allergia 3

In questo senso chi ne soffre si sente limitato, costretto in casa o ad uscire soffrendo terribilmente o perché non si è ancora trovata la giusta soluzione o perché si è sottovalutato eccessivamente il problema. Prevenire è molto importante perché se ci si trova in presenza di un’allergia elevata, ci possono essere delle conseguenze molto gravi, se non fatali. Quindi è bene non sottovalutare alcun segno, uno starnuto ad esempio può avere un valore diverso da quello che gli diamo in genere. Le allergie infatti possono sorgere con l’età, sia da piccoli, che da grandi ma anche da anziani poiché non c’è un limite. Inoltre le allergie vanno ad aumentare e peggiorare, quindi può anche succedere che si è sempre stati soggetti allergici senza saperlo.

allergie

Per questo motivo è bene prevenire, la prima regola è quella di recarsi da un allergologo per fare le prove allergiche. Dopo di che, sarà proprio il medico a prescrivere un vaccino(qualora fosse il caso, ovvero quando ci si trova in presenza di un numero di allergie limitato)oppure, iniziare una cura mirata. In questo caso spesso vengono prescritti dei farmaci per un trattamento a lunga durata, come antistaminici da assumere nel periodo precedente all’allergia. Ad esempio se si è allergici al polline, la cura deve essere iniziata nel periodo precedente alla fioritura delle piante. Non si tratta di farmaci potenti o con grandi controindicazioni, per cui è bene informarsi prima possibile e iniziare a prevenire, per la propria salute ed il benessere.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI
CONDIVIDI