Perché si presenta il mal di pancia dopo mangiato?

0
1397

Il mal di pancia colpisce tutti indistintamente, senza avvisare, in un qualsiasi momento delle nostre giornate.

Quando si manifesta in seguito a un pasto (che sia pranzo o cena non fa differenza) il motivo generalmente è collegato all’assunzione di eccessive quantità di cibo, le classiche abbuffate. Tuttavia non è l’unica spiegazione al perché ogni tanto il mal di pancia o mal di stomaco si presenta dopo i pasti. Anche la pesantezza dell’alimento ad esempio, può incidere. Questo particolare aspetto può essere lagato anche al metodo di cottura. Vedremo alcune soluzioni utili e naturali per ridurre i sintomi di una cattiva digestione.

Il mal di pancia spesso si porta dietro stitichezza, diarrea e i classici dolori addominali.

Tali reazioni possono essere collegate ad esempio all’intolleranza al glutine, la digestione lenta, la gastrite e la sindrome del colon irritabile. Anche i casi di colite possono influire molto.

È importante comunque non confondere il mal di stomaco con il mal di pancia. Il mal di stomaco può presentarsi a causa di un’abbuffata oppure di un alimento che il nostro organismo trova difficile da smaltire. È consigliabile in questi casi assumere infusi a base di melissa, passiflora e camomilla. Ovviamente sono aboliti gli alcolici e i condimenti piccanti, anche il limone non è indicato.

La classica indigestione può essere trattata con il bicarbonato di sodio, quello d’impiego alimentare naturalmente. È un ottimo alleato anche contro l’acidità. Basta metà cucchiaio grande disciolto in 1 bicchiere d’acqua.

Molte persone per prevenire il mal di stomaco o il mal di pancia, aggiungono ad alcune pietanze consumate durante il giorno, il curry. Una spezia che facilita la digestione e allo stesso tempo pulisce il tratto del nostro intestino.

Se parliamo del dolore addominale avvertito nell’intestino, la causa può essere il gas. Ovvero la formazione di aria nell’intestino (la classica pancia gonfia). Queste circostanze possono richiedere il sostegno di tisane benefiche acquistabili nell’erboristerie oppure ai supermercati. La tisana al finocchio per esempio è un vero toccasana in questi casi. Per potenziarne gli effetti usare anche 2/3 chiodi di garofano.

CONDIVIDI