La lamentela sui capelli secchi, sfibrati e rovinati, è molto comune in quanto qualsiasi prodotto usato come uno shampoo troppo aggressivo, aria calda del phon o piastra, non fanno altro che rovinarli ad ogni uso. I capelli però per molte di noi sono la parte del corpo più importante perché diventano come un biglietto da visita.

olio 2

Capelli sporchi, grassi, secchi o addirittura invasi dalla forfora fanno pensare che siamo poco attente alla cura del corpo e quindi trasandate; di certo nessuna vuole che la gente pensi male di noi, quindi è bene trovare una soluzione. A risolvere questo problema ci pensa l’olio di mandorle che  ha proprietà idratanti, emollienti, protettive, elasticizzanti e nutrienti per il capello. L’olio si ottiene dalla spremitura dei semi delle mandorle, ha una consistenza fluida, giallastra, decisamente inodore e contiene molte vitamine, la vitamina A, E, B e D ed è indicato prevalentemente per i capelli secchi, sfibrati o crespi. Come si usa l’olio di mandorle? E’ semplicissimo, basta fare una maschera ogni 2 giorni per ottenere i risultati sperati come ad esempio capelli lucenti, vivi, ma non grassi o sporchi. Si prende un po’di olio, si passa sui capelli, ovviamente sulle lunghezze e non partendo dalla radice e si massaggia più tempo possibile. Poi si lascia in posa per circa 15 minuti e si risciacqua. Se si vuole ottenere un risultato migliore, basta riscaldare leggermente l’olio prima di fare la maschera in modo da avere i capelli ancora più morbidi alla fine del trattamento. Si deve fare attenzione però perché l’olio non deve essere troppo caldo, altrimenti in questo caso potrebbe danneggiare la nostra chioma.

olio di mandorle

Dopo il trattamento è meglio evitare l’applicazione del balsamo, altrimenti i capelli risulteranno unti; per chi li ha molto sfibrati il consiglio è quello di applicare l’olio di mandorle sulle punte senza effettuare il risciacquo finale.