Lo sport fa bene a qualsiasi età, sia che si tratti di giovani che di anziani. E’ sbagliato pensare che a partire dai 50 anni non bisognerebbe fare altro che riposare ed evitare sforzi, anzi è l’esatto opposto. Proprio durante quest’età sport e quindi movimento in generale dovrebbero aumentare riducendo ovviamente i ritmi e gli allenamenti per evitare di andare incontro a rischi ben elevati. Ma vediamo in base all’età quali movimenti sono consigliati.

Lo sport dai 20 ai 40 anni

Lo sport per i ragazzi a partire dai 20 ai 30 anni è molto vario, qualsiasi scelta è azzeccata anzi più ci mette a dura prova meglio è. Le attività di resistenza cardiovascolare sono le migliori, giochi sia di squadra che singoli, corsa, palestra e molto altro vanno benissimo. Più ci si avvina ai 40 più l’allenamento e quindi i suoi ritmi devono essere modificati ma non in maniera eccessiva, invece dopo è fondamentale diminuire il carico di lavoro cioè la durata dell’esercizio, il tipo, l’intensità e soprattutto la frequenza. Se prima si praticava la corsa per 40 minuti al giorno, a quest’età è meglio arrivare a 30 minuti o meno in base a ciò che ci si sente di fare.

Lo sport dai 60 anni in su

Lo sport che si pratica a partire dai 40 anni fino ai 50/60 rimane più meno invariato, poi però arrivati ai 60 anni sono tante le cose che cambiano. A questo punto infatti qualsiasi tipo di esercizio che viene svolto non deve sollecitare più di tanto la colonna vertebrale, i muscoli e in generale le ossa che non hanno più la resistenza di quando si è giovani. Apparato respiratorio e circolatorio sono quelli sui quali premere per ottenere risultati veramente ottimi, quindi cosa si deve praticare? Stretching, ginnastica aerobica, nuoto e camminata quindi sport aerobici.

CONDIVIDI