Occhi stanci

Chi trascorre tanto tempo davanti al computer o è impegnato in lavori di precisione può arrivare alla sera con gli occhi stanchi e affaticati. Questo problema diventa molto più intenso se si indossano dispositivi correttivi, come le lenti a contatto e gli occhiali. Ma come è possibile rasserenare lo sguardo con ingredienti naturali?

Il primo trucco consiste nell’affidarsi alla forza dell’acqua fresca, un aiuto naturale a costo zero. Quando si stacca dal lavoro è utile sciacquare gli occhi con acqua fresca e quindi asciugarli con una velina o con un asciugamano di spugna delicata. Una volta rinfrescata la zona oculare, è utile fare un bell’impacco a base naturale e sfruttare le potenzialità che la natura mette a nostra disposizione.

PRODOTTO CONSIGLIATO:

Un ingrediente ottimale per lenire gli occhi è indubbiamente la camomilla, impiegata anche nella preparazione di colliri e di gocce oculari. Si può preparare una buona camomilla, senza zucchero, usare delle garze pulite e quindi creare degli impacchi da posizionare in freezer per qualche minuto. Una volta raffreddate, le garze possono essere applicate sugli occhi per qualche minuto, per avvertire un immediato senso di freschezza e lenire la sezione oculare.

Un trucco molto intelligente arriva anche dai cetrioli, verdure ricchissime di acqua e di sali minerali che penetrano nella pelle e la rinfrescano. Due fettine di cetriolo tagliate e appoggiate sugli occhi sono un rimedio d’urto efficace alla sera, quando lo sguardo diventa stanco e la pelle del contorno occhi comincia a tirare.

L’ultimo consiglio per combattere la stanchezza oculare in modo naturale sono i bagni di latte. È importante scegliere il latte intero, perché ricco di proteine, aminoacidi, acido lattico e vitamine A e D. Il latte va messo in una ciotola con tanto ghiaccio e si deve prendere una velina da riempire di liquido. La velina va quindi strizzata e appoggiata sugli occhi, avendo l’accortezza di rinfrescarla con latte nuovo quando si scalda. Il procedimento deve durare almeno quindici minuti, ma alla sua conclusione si può contare su una pelle tesa ed elastica, nonché rinfrancata dall’azione del ghiaccio che lenisce le eventuali irritazioni cutanee.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO