Singhiozzo

Che cos’è il singhiozzo?

Il singhiozzo non è un disturbo dovuto a problemi all’apparato respiratorio, ma a conti fatti ne compromette – per quanto in maniera blanda e innocua, le regolari funzioni.
Esso è un’anomala e ripetuta contrazione del diaframma, assolutamente involontaria, cui consegue la chiusura della glottide, una valvole dalla quale passa l’aria e dalla quale scaturisce il buffo suono tipico del singhiozzo che tutti ben conosciamo.

Cause del singhiozzo

Il singhiozzo nella maggior parte dei casi è un fenomeno transitorio e passeggero, che si conclude nell’arco di qualche minuto dal suo esordio. Esso è generalmente dovuto a masticazione poco accurata e al consumo di pasti in tempi eccessivamente rapidi. Il diaframma può anche essere stimolato dall’assunzione di alimenti troppo caldi, che scatenano i nervi della muscolatura, artefici del singhiozzo.

Vi sono però altri casi in cui il singhiozzo può essere sintomatico di patologie più serie. Quando esso perdura per giorni e si manifesta con puntuale frequenza, potrebbe essere dovuto ad una pleurite o a disordini a carattere gastroenterico, come l’esofagite o la gastrite. In questi casi è importante richiedere il consulto del medico di base.

Rimedi contro il singhiozzo

La letteratura sui rimedi contro il singhiozzo è talmente vasta che sfocia addirittura nel mito e nel luogo comune. Alcuni dei rimedi più immediati contro il singhiozzo sono però da ritenersi assolutamente validi, come quello di bere piccoli sorsi d’acqua o di trattenere il respiro. Non sono sistemi basati su nulla: grazie a queste tecniche si aiuta il diaframma a recuperare il ritmo originale delle sue contrazioni.
Questi rimedi chiaramente non hanno efficacia quando il singhiozzo è dovuto a patologie più complicate come quelle descritte nel paragrafo precedente. In questi casi non bisogna agire sul sintomo ma sulla causa scatenante.
Per prevenire la comparsa del singhiozzo si consiglia di mangiare cibi non troppo caldi o freddi e di masticare correttamente, senza fretta.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO