Il sale fa male

Il sale fa male, ecco quanto è stato affermato a seguito di una ricerca che hanno svolto degli studiosi canadesi; prima di poter fare questa rivelazione, sono state portate a termine delle ricerche usando un alto campione di popolazione e mettendo a confronto i dati registrati. Ma vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

Il sale fa male

Il sale fa male, il limite di 3 gr al giorno

Il sale a male alla salute, questa notizia era nell’aria già da un po’di tempo, ora dopo la conferma è stato riportato che in realtà c’è un limite massimo consentito, si tratta di circa 2 gr al giorno ovvero meno di un cucchiaino da thè. In realtà noi tutti, ne assumiamo molto di più, circa 6,7 gr, e questo cosa comporta? A quanto pare in questo modo si alza la possibilità di essere colpiti da infarti ed ictus ed infatti tra tutte le persone che hanno subito infarti, hanno sempre sofferto di ipertensione e non hanno mai ridotto i consumi di sale. Sembra essere indispensabile perché comunque a nessuno piace mangiare tutto ciò che non ha un buon sapore; però mentre con lo zucchero c’è la possibilità di scelta, per esempio lo zucchero di canna che sembra essere meno dannoso rispetto a quello normale, in questo caso non ci sono alternative, siamo solo costretti ad evitarlo o ridurne il consumo.

Il sale fa male ma quali sono i pro?

Il sale fa male perché alza la pressione, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari ma non solo, perché aumenta anche il calcio presente nei reni e causa problemi molto gravi, ma ha solo contro? Assolutamente no, uno dei punti a suo favore è certamente l’idratazione di tutto il corpo, se si elimina dalla dieta o si riduce di troppo si può andare incontro alla disidratazione. Tutto fa bene se assunto nelle giuste quantità.