Social media e Salute

I social media sono spesso considerati come strumenti di comunicazione leggera, talvolta impersonale, in quanto rei di bloccare le relazioni umane e di introdurre le persone in una realtà virtuale che le allontana dalla realtà. Talvolta i social possono però assumere un ruolo importante nell’educazione generale, soprattutto per quanto riguarda la salute umana. Lo hanno provato gli psicologi dell’università di Yale, i quali hanno sottoposto a un test molto speciale gli abitanti di alcuni villaggi dell’Honduras, per testare il valore dei cosiddetti leader virtuali, ovvero delle persone che hanno un potente ruolo nei social per numero di amici e di seguito virtuale.

I ricercatori di Yale hanno distribuito gratuitamente dei buoni omaggio per reperire dei prodotti multivitaminici, considerando che questa zona risente di carenze alimentari di questa tipologia, e buoni per la purificazione dell’acqua. In totale i buoni sono stati diffusi a circa 5.700 persone e i ricercatori hanno distinto le persone fra semplici cittadini, personalità note nell’ambito del villaggio e persone che erano giunte a conoscenza dell’evento perché ‘amici’ virtuali di questi ultimi.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati nell’autorevole rivista Lancet e hanno dimostrato che il maggiore successo dell’iniziativa, quindi la distribuzione massiva dei buoni, ha avuto successo fra le persone leader, fra i soggetti molto connessi e fra gli amici di questi ultimi, rispetto alle persone che erano state scelte in modo casuale.

I risultati portano quindi a identificare i leader e le persone connesse a loro come eventuali veicoli per diffondere i concetti di salute nelle comunità, dalle più rurali fino a quelle più evolute. Si tratta di un esperimento semplice ma efficace, che aiuta a comprendere il ruolo positivo dei social media nella società odierna. Molte azioni potrebbero, infatti, essere portate avanti seguendo questo concetto, dall’informazione medico-sanitaria fino alla volontà di partecipare a incontri che parlano della salute, delle malattie e dei rischi legati a certi ambienti, dove il tutto viene diffuso in chiave social, con strumenti facili da impiegare e alla portata di tutti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO