Latte d'asina

Ricordate Poppea, che amava fare un bagno quotidiano nel latte di asina? La ragione di tanto lusso va ricercata nella composizione di questo latte così speciale, ricchissimo di vitamina E, A e quindi abile nell’attivare la produzione di collagene e di elastina, sostanze naturali che rendono la pelle morbida, idratata e lucente. Il latte d’asina contiene ance molti sali minerali come il calcio, il magnesio e il ferro e una straordinaria quantità di oligoelementi che permettono di addolcire e di rendere setosa la pelle. Non stupisce quindi sapere che questo ingrediente naturale è stato riscoperto i tempi recenti ed è impiegato sia nelle proposte di bellezza delle SPA sia come ingrediente chiave di alcuni cosmetici.

Il trattamento al latte d’asina che è proposto da alcune beauty farm è davvero il massimo per chi ricerca dolcezza e desidera coccolare il proprio corpo con ingredienti naturali. Il trattamento inizia solitamente con una doccia di vapore che aiuta ad aprire i pori della pelle e quindi a recepire in modo migliore i trattamenti cosmetici. Il latte d’asina è quindi spalmato sul corpo e massaggiato con delicatezza perché venga assorbito, lasciato in maschera per qualche tempo e quindi tolto con delle spugnette delicate.

Solitamente il latte è addizionato con oli essenziali floreali, che aumentano l’esperienza sensoriale. Al termine del trattamento il corpo viene ben sciacquato e sottoposto a massaggi rasserenanti e nutrienti a base di burri o creme che contengono il latte d’asina. L’azione di questo ingrediente naturale risulta quindi maggiore e permette di poter disporre di una pelle lucente e profondamente idratata.

Chi ricerca questo ingrediente nella cosmesi di ogni giorno può scoprirlo in molte preparazioni, alcune di origine biologica e controllata. Ciò che conta, come sempre, è leggere con attenzione l’etichetta e il contenuto del prodotto e quindi valutare l’acquisto in base a questi canoni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO