Idropulsore: di cosa si tratta, efficacia e consigli

L’idropulsore o idrogetto è uno strumento utilizzato per l’igiene orale domiciliare. Esso completa ma non sostituisce l’utilizzo del normale spazzolino da denti. É comunque utile  nell’eliminazione di residui di cibo tra i denti. Esso può essere utile in caso di protesi dentarie fisse o apparecchi odontoiatrici che impediscono l’utilizzo del filo interdentale.

Come funziona

L’idropulsore somiglia più o meno ad uno spazzolino elettrico, ma la sua funzione è alquanto diversa. Produce infatti un getto d’acqua, regolabile, pulsante che è generato da una pompa. Attraverso questo getto d’acqua l’idropulsore rimuove la placca e i batteri e pulisce accuratamente i singoli spazi tra i denti, dove lo spazzolino non può arrivare. Quelli di ultima generazione sono dotati di una funzione programmabile per la pulizia specifica di alcune zone come lingua, denti, gengive, di apparecchi e protesi dentarie. Inoltre è possibile cambiare le testine e trasformarlo in un normale spazzolino elettrico. In base all’utilizzo che se ne deve fare, il serbatoio può essere caricato con collutorio disinfettante al posto dell’acqua.

Come scegliere l’idropulsore

Vi sono diversi modelli di idropulsore in commercio, quindi prima di acquistarne uno bisogna assolutamente valutarne l’uso. Infatti in base al modello che si sceglie cambia la pressione dell’acqua, che sarà regolabile a più livelli, la frequenza dei getti e la capacità del serbatoio. Inoltre bisogna prestare attenzione alla presenza della funziona massaggio. Attraverso questa funziona infatti è possibile alleviare i disturbi gengivali massaggiando le gengive con uno spruzzo di acqua tiepida a pioggia.

Consigli

In caso di gengive infiammate è opportuno utilizzare acqua tiepida e regolare adeguatamente lo spruzzo utilizzando la pressione al minimo per evitare sanguinanti gengivali o addirittura ascessi paradontali, in quanto uno spruzzo forte può causare la scollatura della parete gengivale e quindi far penetrare all’interno della gengiva corpi estranei, batteri dell’infiammazione e frammenti di tartaro . Questa è una delle controindicazioni dell’utilizzo dell’idropulsore. É quindi importante non abusarne mai e non utilizzare acqua fredda.

Per una scelta accurata, prima di procedere all’acquisto dell’idropulsore, è consigliabile rivolgersi ad un medico dentista. Egli saprà indicarvi lo strumento adatto alle vostre esigenze.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO