Salute del fegato

Il fegato è un organo importante, poiché filtra le impurità che vengono assimilate con il cibo e permette che il sangue venga ripulito e quindi si presenti fluido e ben ossigenato. Il fegato è però un organo delicato, che è dipendente dalla tipologia di alimentazione e anche dalle abitudini e dagli stili di vita. Come è possibile salvaguardare questo organo così prezioso in modo naturale?

Enzimi vivi, vitamina C e antibiotici naturali sono le sostanze che fanno più bene al fegato, le quali chiedono di essere introdotte nell’organismo mediante il consumo di almeno una porzione al giorno di frutta e di verdura crude, fresche e maturate al punto giusto. Anche i cibi fermentati sono amici del fegato, dai crauti fino ai cibi di origine asiatica come la soia fermentata, le prugne umeboshi e anche il miso.

Il fegato ha inoltre bisogno di vitamina K, disponibile nella frutta e nella verdura, e soprattutto di arginina, una sostanza che lo aiuta a disintossicassi dall’ammoniaca che è prodotta nei cicli metabolici. L’arginina si trova principalmente nei legumi, in primis nei piselli e nei fagioli, quindi una porzione di questi alimenti non deve mai mancare nella dieta settimanale.

Se il fegato sta vivendo un periodo di affaticamento è utile scegliere un’alimentazione leggera, composta da tante verdure e legumi, e preferire le varietà di ortaggi che contengono vitamine del gruppo B e betacarotene. Un esempio valido sono le rape rosse, alimenti purificanti e amici del fegato, ma anche la zucca e le carote, che con il loro apporto di betacarotene aiutano a smaltire le scorie e a rendere il fegato più attivo.

Per tonificare l’organo è possibile affidarsi ai tonici e ai decotti preparati con le erbe, soprattutto con il carciofo e con il tarassaco. Grazie a questi preparati, il fegato riscopre la sua vitalità, aiuta a smaltire le tossine in modo migliore e di conseguenza accelera il metabolismo, migliorando la diuresi e anche la circolazione sanguigna in termini generali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO