limone

Il limone, un’agrume che in cucina proprio non può mancare! Questo frutto, secondo molti studiosi, è una fonte davvero importante di benefici per il nostro organismo. Le origini di questo agrume (secondo alcune fonti) sono indiane. Tuttavia l’Italia, soprattutto la Sicilia, è considerata la vera patria di questo agrume così largamente consumato in tutto il mondo.

Il limone in ambito fitoterapico ha molto da offrire, quest’oggi verranno descritti i principali benefici di questo alimento.

I benefici del limone

Il limone è ricco di sali minerali, anche le vitamine sono presenti in maniera decisamente abbondante. Lo stesso vale per le fibre, inoltre dentro questo agrume sono disponibili moltissime sostanze benefiche che offrono diversi effetti positivi sul corpo. Vediamo quali sono i principali:

  • Ottimo per depurare l’organismo. Il limone è risaputo ormai che facilita il corpo a depurarsi, eliminando le tossine. Questo è possibile grazie alle sue proprietà disintossicanti e depurative.
  • Combatte i radicali liberi. I radicali liberi attaccano le cellule dell’organismo, ma la presenza della vitamina C aiuta a ridurre i danni di quest’ultimi. Questo significa una protezione maggiore contro l’invecchiamento cellulare.
  • Aumenta le difese immunitarie. Il limone è un vero concentrato di benefici sul corpo. In questo caso sempre la vitamina C migliora le difese immunitarie dell’organismo.
  • Contro il mal di denti. Il succo di limone attenua il dolore dei denti! Un effetto molto positivo che può donare subito sollievo contro il mal di denti. Naturalmente non funziona su problemi di grave entità ed è sempre bene rivolgersi al proprio dentista. .

Le controindicazioni del limone

Il limone non comporta gravi sintomi, l’importante è che sia assunto con moderazione.  Vi sono casi in cui alcuni componenti di questo agrume possono non essere tollerati dall’organismo, ma in quel caso stiamo parlando di intolleranze alimentari. Tuttavia il limone (in concomitanza con altri alimenti) può risultare causa di problemi digestivi e acidosi.

CONDIVIDI