La dieta Sirt nasce grazie a due nutrizionisti inglesi. E’ un piano ferreo, che aiuta a perdere anche tre chili in una sola settimana. Questo regime alimentare è diventato famoso in tutto il mondo perché ha permesso alla cantante Adele si perdere oltre 30 chili.

La dieta Sirt ha ottenuto il ben volere di medici e nutrizionisti. Glen Matten e Aidan Goggins, sembrano aver ideato un regime alimentare davvero capace di far perdere i chili di troppo in fretta e senza la conseguenza dell’effetto yo-yo.

Come funziona la dieta Sirt?

La dieta Sirt si fonda su una scoperta relativa alle proteine, nel dettaglio le sirtuine. Secondo alcuni studi hanno la capacità di interferire sul nostro metabolismo, permettendo al corpo di bruciare i grassi. Le stesse sirtuine poi, sono utili perché riescono a contrastare invecchiamento e sbalzi d’umore.

Perché le sirtuine riescano a dare tutti i benefici, è necessario che siano arrivate. Ecco che nel loro libro i due inglesi hanno sottolineato che serve sia il giusto esercizio fisico, sia un digiuno mirato. Ecco che il piano d’attacco richiede un menù capace di emulare il digiuno.

Non dobbiamo sorprenderci se i primi sette giorni della dieta, sono quelli più difficili da sopportare. E’ richiesto di non assumere più di 1000 calorie ogni giorno per tre giorni e arrivare al settimo con non più di 1500 calorie.

Si devono consumare i centrifugati di verdure per tre giorni e un solo pasto solido al giorno. Il pasto solido deve essere formato dai cibi Sirt. Per i quattro giorni consecutivi si può aggiungere secondo pasto solito. In questo periodo la perdita di peso è di circa tre chili. La seconda fase è di due settimane, le parti solide sono tre e il succo verde deve sempre essere alla base. L’ideale per seguire la dieta nel modo migliore è quella di rivolgersi a uno specialista che saprà seguirvi passo per passo.

CONDIVIDI