dieta del gruppo sanguigno

Cos’è la dieta del gruppo sanguigno?

La dieta del gruppo sanguigno, detta anche emodieta, nasce dagli studi del naturopata statunitense James D’Adamo, in seguito ripresi da un medico italiano, il Dottor Mozzi. Più che una dieta si tratta di un regime alimentare al quale attenersi in base al gruppo sanguigno d’appartenenza. Secondo le teorie del medico americano vi sarebbe una stretta relazione tra gruppo sanguigno e alimentazione. Attraverso questi studi si è scoperto che ogni gruppo sanguigno è legato ad antichissime abitudini alimentari. Quando non seguiamo l’alimentazione adatta per natura al nostro gruppo sanguigno ecco che rischiamo di andare incontro ad allergie, intolleranze e disturbi intestinali. Questo regime alimentare mira al benessere fisico, più che alla perdita di peso, grazie al consumo degli alimenti adatti ed all’eliminazione o riduzione di quelli controindicati.

Come funziona la dieta del gruppo sanguigno

Inizialmente esisteva solo un gruppo sanguigno: il gruppo zero. Con il passare dei secoli sono poi apparsi gli altri gruppi sanguigni insieme all’aumento di popolazioni diverse per stili di vita e, di conseguenza, abitudini alimentari. Questa dieta, infatti, afferma di poter determinare anche il tipo di attività fisica adatta in base al gruppo sanguigno.

Gruppo 0

Come già abbiamo accennato, il gruppo 0 è il più antico. Apparteneva ai nostri antenati che si alimentavano principalmente grazie alla caccia. Secondo gli studi del medico italiano Piero Mozzi, colui che ha di recente riportato all’attenzione queste teorie, questo gruppo sanguigno ha bisogno di un’alimentazione ricca di proteine animali, principalmente carne rossa. Gli appartenenti al gruppo 0 avrebbero un apparato digerente molto più forte e resistente rispetto agli altri in grado di metabolizzare più facilmente la carne. Inoltre, chi appartiene a questo gruppo sanguigno è predisposto ad una attività fisica intensa.

Gruppo A

Il gruppo A appartiene alle popolazioni dedite all’agricoltura che, stanche di spostarsi, si stanziarono dedicandosi alla coltivazione. Chi ha questo gruppo sanguigno solitamente trae beneficio da alimentazione vegana o vegetariana. Amano attività rilassanti come pilates e yoga. L’alimentazione può essere arricchita con uova e pesce, l’importante è ridurre il consumo di carne rossa che, in questi soggetti, solitamente provoca pesantezza e lenta digestione.

PERDI PESO VELOCEMENTE E FACILMENTE – OFFERTA MAI VISTA SUL WEB!
La nostra famosissima BioCurcuma gialla con Piperina in blister e il NUOVO rivoluzionario SAZIANTE KiloKalo insieme in offerta lancio.

Gruppo B

È il gruppo che apparteneva alle popolazioni nomadi. Avevano esigenza di cibi energici e ricchi di grassi nei periodi freddi e si adattavano a diversi tipi di alimentazione in base al luogo che attraversavano. Chi possiede questo gruppo sanguigno, infatti, tollera bene i latticini ma anche la carne. Poco tolleranti a farine e glutine. Prediligono attività fisiche che prevedono alta resistenza come nuoto e corsa.

Gruppo AB

È una congiunzione tra i gruppi A e B. Si adattano ai cambiamenti alimentari ma hanno difficoltà a digerire le carni rosse e rischio d’intolleranza verso glutine e cereali. Traggono beneficio dal consumo di legumi.

LASCIA UN COMMENTO