Dermatite seborroica

Quello della dermatite seborroica è un problema che affligge milioni e milioni di persone nel mondo. Sebbene vi siano patologie croniche ben più gravi, è pur vero che la dermatite seborroica costituisce un disagio psicologico per chi la vive, in quanto può influire sull’aspetto estetico.

In tal senso, le complicazioni alle quali si va incontro con questa malattia della pelle variano in base alla gravità della dermatite. In moltissimi soggetti i sintomi della dermatite seborroica sono appena visibili e quindi non costituiscono un pensiero. In altri invece, più sfortunati, le classiche squame che si associano alla condizione sono abbastanza evidenti.

Ma proviamo a descriverli questi sintomi.

La dermatite seborroica si manifesta con desquamazione e arrossamento della pelle e della cute. Si tratta di segni comunque quasi sempre meno evidenti di quelli che derivano dalla psoriasi ma che sono facilmente riconoscibili per qualsiasi dermatologo.
Le parti più colpite sono il viso, dove l’arrossamento e la desquamazione sono visibili principalmente ai lati del naso, dietro le orecchie e fra gli uomini nel mento, dove di solito cresce la barba.
Poi la testa, dove si forma la cosiddetta corona seborroica, ossia l’arrossamento che delimita l’attaccatura dei capelli in fronte e ai lati.
Anche il petto può essere soggetto ai sintomi della dermatite seborroica. Al contrario della psoriasi, non si segnalano infiammazioni a gomiti e ginocchia.

Purtroppo per la dermatite seborroica non esiste una cura definitiva, ma ci sono dei sistemi molto utili per contrastarla e lenire i sintomi, fino a farli sparire, salvo poi ritornare quando la cura viene sospesa o non si va incontro alle prime recidive.
È di fondamentale importanza la pulizia del corpo e del viso con prodotti delicati. Per questo, chi soffre di dermatite seborroica dovrebbe adoperare il sapone di marsiglia per lavare il viso ed anche l’acqua micellare. Quest’ultimo è un prodotto usato normalmente dalle donne per struccarsi, ma grazie alle micelle è in grado di rimuovere gli eccessi di sebo. Proprio il sebo infatti costituisce l’habitat ideale per un lievito conosciuto come Malassezia Furfur, il principale responsabile della dermatite seborroica, con i suoi acidi grassi che infiammano il derma.
In commercio esistono inoltre dei prodotti molto utili che offrono sollievo dai sintomi della dermatite seborroica.
I farmaci al cortisone sono quelli immediatamente più efficaci, nei periodi in cui l’infiammazione è in fase acuta, ma vanno assunti con molta cautela e sotto consiglio medico.
Per il viso esiste un prodotto meno aggressivo da utilizzare quotidianamente a cicli, cioè Aluseb, una pomata a base di Alukina che si passa sul viso.

Come shampoo, si parla molto bene del Nizoral Shampo, che abbinato alla lozione Nizoral è una valida terapia per la desquamazione e l’arrossamento della cute.
Oltre all’utilizzo di questi rimedi, i dermatologi raccomandano di cambiare spesso le lenzuola ed evitare i cibi grassi o fritti.
Ma il vero toccasana per la dermatite seborroica è il sole: in estate infatti il disturbo tende a sparire, dando sollievo per alcuni mesi a chi ne soffre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO