Cos’è la tosse allergica e perché si presenta

0
1355

La tosse allergica rientra tra le allergie delle vie respiratorie. Quali sono i sintomi, le cause e i possibili rimedi naturali?

Sono tante le possibili cause della tosse allergica. Solitamente è riconducibile ai pollini, quindi tipica della stagione estiva, la polvere, le muffe, il fumo di sigaretta, il pelo degli animali e in alcuni casi anche alcuni prodotti chimici. La cosa migliore in assoluto è quella di ridurre il contatto con l’allergene, in questo modo vengono attenuati i sintomi grazie alla prevenzione.

Tuttavia quando si presenta la tosse allergica, così come la rinite, l’asma o la congiuntivite causate dal contatto con determinate sostanze, è necessario fare i test per individuare con precisione le cause.

Prodotto Consigliato dalla nostra redazione:

CLICCA SULL’IMMAGINE PER SAPERNE DI PIU’

I sintomi della tosse allergica sono una forte tosse secca, la quale può compromettere la qualità della vita. La tosse è tanto più forte più è alta la concentrazione dell’allergene. Quando sono i pollini ad aggredire il sistema immunitario,  i sintomi sono presenti in un arco delimitato di tempo. Il problema maggiore è causato dalla polvere, la quale è praticamente sempre presente!

La tosse appare secca e stizzosa, il naso gocciola e la lacrimazione è intensa. In alcuni casi potrebbe anche avvenire un aumento della temperatura corporea.

I rimedi naturali contro la tosse allergica aiutano ad alleviare i sintomi ma, deve essere il medico a dirvi come comportarvi, individuare la causa dell’allergia in modo che possiate stare alla larga dalla sostanza che il vostro corpo riconosce come nemica.

Dei rimedi naturali validi per provare sollievo sono ad esempio l’olio di eucalipto e l’olio di menta piperita. Basta inalare il loro profumo per liberare le vie respiratorie. Spesso le allergie ai pollini presentano dei collegamenti con determinati alimenti, i quali vanno a stimolare il problema quando consumati. I più comuni sono le fragole, i molluschi e la frutta secca. Tuttavia anche in questo caso sarà il medico a dover fornire certe informazioni.

CONDIVIDI