La dieta crudista si basa su un’alimentazione a base di pietanze crude oppure essiccate (come la carne e la frutta secca). Esistono varie correnti crudiste, c’è chi segue un’alimentazione onnivora, chi vegana e chi vegetariana, fino ad arrivare a minoranze ancor più ristrette. Cosa mangiano quindi i crudisti?

Basandoci sul termine e su quella che è l’alimentazione di base di coloro che semplicemente decidono di evitare la cottura, in quanto causa di una massiccia perdita di benefici da parte dell’alimento.

I crudisti mangiano principalmente la frutta e la verdura. Sono questi due i più consumati, sia al naturale sia per la creazione di centrifughe. Mangiano anche il riso, soprattutto il riso Gaba. Esso infatti viene consumato dopo la germinazione del seme in acqua calda. Un processo benefico che va a creare vari enzimi benefici al corpo.Non sono invece ammessi altri tipi di pasta.

I crudisti mangiano anche i cereali, non consumati grezzi ma solo una volta germinati nell’acqua. In questo modo sono più facili da digerire e si eliminano le tossine.

Anche la frutta secca è ben vista, specialmente se essiccata in un secondo momento dal crudista. Ritengono infatti che non vada in alcun modo ad alterare le proprietà dell’alimento, ma offra comunque sia uno spuntino ottimo e facile da conservare.

Il crudista mangia infine anche il pesce e la carne, ovviamente crudi. Quindi entrambi saranno consumati sottoforma di carpacci (come quello di manzo, di pesce spada, di tonno etc), sushi e altre preparazioni più o meno elaborate. Anche il latte è accettao purché non sottoposto a pastorizzazione. Anche le uova vengono consumate crude.

La dieta crudista prevede solo il consumo di cibi crudi e essiccati attraverso il forno, il sole o gli essiccatori. L’alimento può essere solo riscaldato di tanto in tanto con temperature che non vanno oltre i 50 gradi.

CONDIVIDI