Una delle parole più frequentemente utilizzate nella società di oggi è “stress”; siamo tutte vittime di ansia e stress causati da situazioni più o meno problematiche lavorative, amorose, scolastiche e non sappiamo come intervenire. Qualcuno sceglie di assumere farmaci, altri preferiscono convivere con lo stress, altri ancora invece hanno provato a bere una o due tisane al giorno e hanno ammesso che queste fanno bene all’organismo ma anche alla mente, in quanto sono capaci di risollevarci senza causare effetti collaterali. Poi ci sono coloro che non le conoscono ma diffidano a prescindere, per questo proviamo a dare delle spiegazioni; in commercio ci sono molti tipi di tisane, ma quali sono quelle che danno veramente ottimi risultati?

tisana 3

Quella alla valeriana e alla passiflora è la più usata perché le due erbe agiscono su ansia e nervoso distendendo i nervi; la valeriana è riequilibrante, mentre la passiflora non molto conosciuta, è un sedativo naturale. Poi c’è anche la tisana di ashwagandha e rodiola, la prima erba è considerata come il ginseng e dà la giusta energia per affrontare la giornata, mentre la rodiola aumenta la concentrazione e migliora l’umore. Tisana di iperico e griffonia, questi due ingredienti sono l’ideale per chi soffre di depressione lieve perché agiscono entrambi sull’umore ed infatti sono contenuti in molti antidepressivi. Ultima tisana quella all’euterococco e guaranà, che insieme sono ottimi ricostituenti che donano energia.

nervoso 1

La preparazione è uguale per tutte, l’unico consiglio è quello di informarsi sull’assunzione perché alcune, come quest’ultima alla guaranà è eccitante e se assunta prima di dormire potrebbe causare insonnia, mentre quella alla valeriana e passiflora concilia il sonno però possono essere assunte anche vicino ai pasti, mentre le altre due vanno assunte lontane o a fine digestione. Ovviamente è sbagliato pensare che le tisane siano miracolose, ma è altrettanto errato non dare abbastanza valore.