Il bagno turco o hammam è un ambiente particolare. Al suo interno la temperatura è impostata a 50 gradi, con un umidità che va dal 90 al 100%. La temperatura cambia dall’alto verso il basso. All’altezza della testa sfiora i 40°-50°, scendendo poi verso i pedi a 20°.

Il bagno turco prevede un percorso obbligatorio da seguire. Si parte da una sala molto calda, l’harara, dove si sosta per circa 15 minuti. Poi si entra in una sala tiepida per alcuni minuti per immergersi poi in acqua fredda, la quale rassoda pelle e muscoli. Termina con un massaggio rilassante di venti minuti circa, nel quale sono impiegati anche alcuni oli essenziali.

I benefici del bagno turco

  • Purifica il corpo e la pelle: il bagno turco aumenta la sudorazione e perciò, permette di purificare l’organismo, il quale va a eliminare le tossine da reni e fegato. Il vapore permette anche la dilatazione dei pori, cosa che permette di espellere le tossine e le scorie accumulate dall’epidermide, la quale è sempre a contatto con l’ambiente inquinato.
  • Benefici sulla circolazione sanguigna: il bagno turco prevede l’alternanza di caldo e freddo. Questo permette la vasodilatazione e la vaso costrizione, ciò offre una ginnastica vascolare che rinforza i vasi. La circolazione sanguigna in generale ne esce molto migliorata.
  • Attenua il dolore: il fatto che l’hammam agisce sulla circolazione, dilatando i vasi sanguigni, permette anche di attenuare la sensazione di dolore.
  • Ritenzione idrica: sudando il corpo espelle i liquidi e perciç il bagno turco offre alcuni benefici sul fronte della ritenzione idrica.
  • Anti-infiammatorio: delle sedute di bagno turco consentono di contrastare infiammazioni come acne, dolori reumatici e dermatiti.
  • Decongestionante: agisce sulle vie respiratorie e permette di espellere il muco.
  • Anti-stress: rilassa il sistema nervoso e sconfigge l’insonnia.
  • Malattie infettive: provocando la vasodilatazione, il calore rende più reattivo anche il sistema immunitario e linfatico. Elimina gli agenti virali, i quali alle alte temperature non sopravvivono.

 

CONDIVIDI