Anche dopo aver dormito tutta la notte, può capitare di sentirsi stanchi, apatici, di non volersi muovere o addirittura voler rimanere tutto il giorno a letto a riposare. In genere questi segnali non sono positivi, ma tutti noi tendiamo a dare poca importanza, pensando si tratti del tempo o dello stress delle giornate precedenti. Invece apatia e stanchezza possono essere dei campanellini dall’allarme importanti che segnalano che qualcosa nel nostro organismo non va.

stanchezza

Uno dei motivi che in genere causa apatia e stanchezza è la carenza di ferro e ne soffre maggiormente chi non assume alimenti che lo contengono ed è quindi esposto a questo rischio molto di più rispetto a chi ama mangiare legumi, verdura ecc. Però in genere oltre alla stanchezza, sono presenti altri disturbi come le palpitazioni eccessive, irritabilità, problemi nella concentrazione, pallore, e difficoltà nella respirazione dopo qualsiasi leggero movimento come salire o scendere le scale. In questo caso si deve intervenire con un esame del sangue per controllare i livelli di eritrociti ovvero di globuli rossi e di emoglobina. Qualora dalle analisi dovesse risultare la carenza di ferro è necessario inserire nella propria alimentazione la carne, i legumi, il pesce e gli ortaggi, ma nel caso in cui la carenza è elevata sono fondamentali gli integratori di ferro per agire in maniera più rapida e diretta.

stanchezza

Anche se sembra una cosa futile e superficiale, anche il fumo fa la sua parte e può causare stress che di conseguenza porta stanchezza. Ed infine, anche i farmaci possono essere la causa reale. Per chi assume medicine per intervenire su ansia, tosse, stitichezza, ulcera o dolori reumatici, questo può accadere perché sono farmaci abbastanza potenti che possono causare apatia e stanchezza se assunti per un periodo di tempo prolungato. Andare dal medico per informazioni precise e dettagliate è sicuramente la cosa più giusta da fare.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI
CONDIVIDI