Anna Falchi tette rifatte

Chi non ha invidiato il balconcino di Anna Falchi? Ma lei cosa ne pensa oggi? Una pentita del seno rifatto che se tornasse indietro non rifarebbe lo stesso errore. Così si definisce l’attrice che dopo diversi anni dall’intervento ritiene sbagliato aumentare la taglia del seno attraverso la chirurgia plastica.

Anna Falchi si pente del seno rifatto?

“Avevo 18 anni e volai a Milano per eseguire l’intervento a rate. Oggi penso che potevo evitarlo”, dichiara Anna Falchi che da ragazzina si vedeva molto magra e con un seno piatto e asimmetrico. L’attrice racconta che oltre alla misura del seno ridotta aveva una mammella più grande dell’altra ed è anche per questo motivo che si è decisa ad andare a Milano per sottoporsi ad un’intervento di plastica additiva al seno. Subito dopo era soddisfatta e felice della sua scelta.

Il matrimonio con Ricucci aiuta la popolarità

La popolarità che è seguita all’intervento è stata grande, nel 2005 l’atrice diviene famosissima e tutti parlano di lei. Il matrimonio con l’imprenditore Stefano Ricucci la rende ancora più popolare e la sua immagine compare su tutti i giornali anche quelli che prima non la consideravano. Essere famosi non è sempre un vantaggio e i giudizi non mancano, sia sulla personalità prorompente della Falchi ma soprattutto sull’aspetto estetico e le parti rifatte.

Perché Anna Falchi ha deciso di rifarsi il seno?

La chirurgia estetica entra nei pensieri di Anna Falchi all’età di 18 anni quando non sopporta più di vedersi senza forme o peggio con seni non simmetrici. Da ragazzina l’attrice era già di statura alta e molto magra, inoltre il seno si presentava con la mammella destra più grande della sinistra e con alcune cicatrici dovute all’asportazione di alcuni nei che si erano rivelati di tipo maligno. Crescendo queste incongruenze le danno fastidio e la fanno sentire a disagio oltre ad ostacolare la carriera che voleva intraprendere nel mondo dello spettacolo. I primi servizi fotografici le facevano notare come le sue foto, anche se apprezzate, non andavano mai a finire in prima pagina dove invece comparivano sempre donne formose.

Una giovane finlandese Miss Italia? Costanzo disse no!

Alta e filiforme, Anna Falchi, ha preso dalla madre finlandese le forme poco evidenti. Ma questa conformazione fisica non era affatto negativa fino a che faceva la modella, anzi era perfetto. In seguito però si è sviluppato il seno in modo differente che comunque non le impedì di classificarsi nei primi posti di Miss Italia. La sua bellezza nordica e particolare la davano per favorita ma a quanto pare quell’anno fu Maurizio Costanzo, presidente di Giuria a decidere che era meglio che vincesse una ragazza totalmente italiana eliminando la possibilità alla Falchi di raggiungere il podio.

Come avvenne l’intervento di chirurgia estetica?

Durante quel periodo il regista Federico Fellini, scelse l’attrice per girare lo spot della Banca di Roma. I provini furono una forte emozione per la giovane attrice, allora ancora modella, che non avrebbe mai pensato di superarli in quanto non si sentiva abbastanza femminile così bionda e piatta. Al provino con lei vedeva ragazze more, mediterranee e formose ma invece Fellini scelse proprio lei. Nonostante questo successo Anna Falchi continua ad avere complessi riguardanti il suo aspetto fisico e all’età di 18 anni prende l’aereo che la porta a Milano. Qui incontra un chirurgo plastico a cui chiede di rendere il suo seno più grande e soprattutto simmetrico proporzionandolo alla sua statura e taglia.

Una protesi più naturale

In quegli anni le protesi che si utilizzavano erano differenti da quelle in uso oggi e dopo dieci anni l’attrice le deve sostituire con una tipologia più moderna e avanzata di quella precedente. Tale operazione non era dovuta ad un fattore estetico ma per una questione legata alla salute. La ricerca medica anche in campo estetico, continua ad avanzare presentando sempre miglioramenti e per questo sia l’attrice che le donne che si sottopongono all’intervento di mastoplastica additiva, possono stare tranquille. Anna Falchi quindi, procede con la sostituzione scegliendo una protesi a goccia che le permette di avere un seno con una forma più naturale e senza variazioni di temperatura rispetto al proprio corpo, inoltre mantiene la sensibilità fattore molto importante.

Quanto è costato l’intervento al seno

In origine l’operazione chirurgica è costato all’attrice ben 15 milioni che a quei tempi erano una cifra sostanziosa, proprio per questo motivo il metodo di pagamento scelto è stato un dilazionamento del dovuto in diverse rate da un milione e mezzo. Nonostante la grossa spesa il cambiamento ha reso la giovane Anna Falchi più sicura di sé, più disinvolta e senza i complessi che avevano segnato la sua vita fino a quel momento. Finalmente si poteva guardare allo specchio e vedere riflessa l’immagine della donna che si sentiva di essere, una vera donna con le curve al punto giusto.

Sì alla chirurgia estetica, No alle esagerazioni

Anna Falchi si dichiara a favore della chirurgia estetica in quanto può correggere dei difetti fisici che creano complessi nelle persone e di conseguenza problematiche psico-fisiche spesso difficili da superare. L’importante è che non diventi una mania, quasi una droga, il volersi rifare in continuazione cercando una perfezione che in realtà trasforma le persone talvolta sfigurandole e spersonalizzandole.

Potevo accettarmi e amare i miei difetti

L’attrice racconta che, con il senno di poi, non era necessario rifarsi il seno ma che invece avrebbe potuto lavorare su di sé accettando il proprio corpo senza ricercare una perfezione innaturale. Oggi Anna Falchi si rende conto che tutto ciò che è rifatto si vede e non si può nascondere, accettare il proprio corpo è il modo migliore di vivere con sé stessi e con gli altri. Oggi la Falchi ritiene che avrebbe potuto amare i propri “difetti” magari rendendoli un punto di forza. Un pensiero che viene dall’esperienza e dalla maturità e che l’attrice vuole trasmettere a tutte le giovani donne o ragazze che stanno pensando di intervenire sul proprio corpo alterandone le forme. Anna Falchi non rinnega niente di aver rifatto il seno ma oggi non lo rifarebbe.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO