Attenzione a riscaldare gli alimenti. Non tutti i cibi che siamo abituati a mangiare sono buoni se sottoposti di nuovo al calore, una volta che sono cotti e raffreddati. Alcuni poi, possono addirittura diventare tossici. Consumarli freddi in alcuni casi è più indicato e sicuramente più salutare. Non dare credito alle persone che non buttano via mai niente, quando una cosa non è buona il suo posto è la spazzatura.

Quando lo spreco può essere evitato è bene approfittarne, ma quando per non buttar via qualcosa arriviamo a sentirci male, è bene rivedere le nostre abitudini. Oggi vediamo 4 alimenti che non devono essere riscaldati perché potrebbero compromettere il nostro stato di salute.

  1. Patate. Nonostante sia un cibo ricco di nutrienti non vanno riscaldate. Oltre al sapore ne risente anche la composizione chimica di questa verdura. È preferibile consumarle fredde, magari in una bella insalatona. Anche le patate troppo fredde però non vanno mangiate, quindi consumatele entro 30 minuti circa. Le patate si potrebbero anche tramutare in un cibo dannoso per il corpo.
  2. Spinaci. Le verdure fanno bene, ma bisogna saperle mangiare. Nel caso degli spinaci per esempio si consiglia di non riscaldarli. Il motivo è strettamente legato al nitrato presente in questa verdura. Il nitrato (con le alte temperature) diventa nitrito, quest’ultimo è altamente dannoso per l’organismo.
  3. Funghi. Un alimento molto versatile, ma non così tanto come crediamo. I funghi appena cotti sono buoni da consumare in molte ricette, anche quando si raffreddano non presentano controindicazioni. Riscaldandoli invece potrebbero risultare nocivi. Gli effetti negativi che si possono verificare sono casi di gonfiore addominale o dolori all’addome.
  4. Pollo. Questo particolare alimento non dovremmo riscaldarlo ma consumarlo subito. Dal momento che il pollo è stato cotto, si consiglia di mangiarlo oppure di consumarlo anche freddo. E’ bene non riscaldarlo dopo diverse ore che è stato cucinato. Uno dei problemi più comuni che può far scaturire il pollo sono disturbi relativi alla digestione.
CONDIVIDI